! Il Bazar! Musica, donne, grafica e oltre l'infinito!

Reply

Zoloft+Marijuana(o hashish)

« Older   Newer »
Barix3
view post Posted on 2/11/2009, 19:53 Quote




Ciao ragazzi, mi dispiace ripresentarmi così dal nulla (se mai qualcuno per caso si ricordi di me) ma ho ricominciato a leggervi da un pò, e avrei ora bisogno di un parere tecnico, visto che so ci sono un paio di individui che possono aiutarmi.
Purtroppo su internet non ho trovato nulla a riguardo di esaudiente...Allora, io da circa un mese prendo una pastiglia di zoloft al giorno (antidepressivo ssri) per vari problemi legati all'ansia.
Volevo sapere se tra l'antidepressivo e la marijuana ci siano delle interazioni. In questo mese mi è capitato solo una volta di fumare (non volevo rischiare non sapendo) e mi è salita male...Non so però se per il motivo che soffro d'ansia o per interazioni col farmaco.
Volevo inoltre sapere quali siano i rischi di bere sotto questo farmaco...per ora ho notato che reggo molto meno, lo psicologo da cui sono seguito (e a cui preferisco non rivolgere domande su sostanze) mi ha detto di non esagerare, ma non ho capito se i pericoli siano reali o semplicemente non fa tanto bene bere, per essere chiari.
Per concludere e rompervi le palle fino in fondo vorrei sapere se marijuana+zoloft+alcool possa essere un "cockail" potenzialmente pericoloso.
Grazie in anticipo per le risposte.
 
Top
Serpico-1989
view post Posted on 2/11/2009, 21:29 Quote




Riguardo agli alcolici, come qualsiasi farmaco, credo ci sia scritto qualcosa sul foglietto illustrativo no.

Per la maria non saprei.
 
Top
Merlino620
view post Posted on 2/11/2009, 21:36 Quote




Beh parti dal presupposto che se soffri d'ansia dovresti evitare di fumare a prescindere dall'iterazione con eventuali altri farmaci.
Fumare aumenta il rischio di ansia, Tachicardia e di manie ossessive... quindi evita.

Per quanto riguarda l'iterazione credo che comy possa essere molto più preparato di me nel risponderti, cmq per esperienza personale posso dirti che in linea di massima, a parte i problemi circolatori, gli effetti delle due sostanze vengono amplificati parecchio se assunte contestualmente.

L'alcool+ farmaco provoca sonnolenza, intorpidimento del sistema nervoso e potrebbe provocare anche alterazioni audio-visive (senza contare un immane spossamento quotidiano, fin da quando ti alzi dal letto).

Riguardo il cocktail, si sono la cosa peggiore che si possa fare. Se soffri seriamente d'ansia lascia perdere... se il problema non è così grave ti consiglio di non impelagarti in terapie infinite che invece di risolvere, spesso portano ad aggravare i problemi.
 
Top
view post Posted on 2/11/2009, 21:49 Quote
Avatar

no fear, no hatred, no mercy, no compromise

Group:
Member
Posts:
4,642
Location:
Pavia

Status:


Io ho da anni problemi di ansia e prendo ancora un antidepressivo che si chiama Fevarin (anch' esso un Ssri.. peraltro una volta provarono pure a darmi lo Zoloft ma non aveva effetti positivi come il fevarin).
Quello che so è che l' alcool aumenta gli effetti di diverse sostanze che agiscono sul sistema nervoso. Quindi anche degli antidepressivi. In più li rende meno "controllabili". In ogni caso dovrebbe trattarsi di medicinali abbastanza sicuri, quindi non vedo rischi di iterazioni pericolose (non con dosi massicce sia ben chiaro). Ma le interazioni ci sono sicuramente.
Adesso sono mesi che non bevo più, ma per altri motivi, comunque in passato mi è capitato in dei periodi in cui assumevo il farmaco di ubriacarmi... ma poche volte, ed in ogni caso non ho mai bevuto così tanto da stare male... ed avevo la testa abbastanza "Libera", nel senso che lo facevo ma ero abbastanza convinto che comunque non avrei corso pericolo.

Le interazioni con il thc non le conosco, anche perchè non ho mai cercato informazioni a proposito, visto che non fumo.
Però ho avuto un esperienza di una sera: avevo appena ripreso a prendere il fevarin, mi ero bevuto una birra da 66, e non so per quale motivo ho voluto provare per la prima volta una canna... e mi sa che era pure roba di merda. Sta di fatto che appena mi sono ricordato di aver preso il fevarin e sono entrato in paranoia, e poi sono stato abbastanza male (specialemente di stomaco) per tutta la notte... Credo che però l' effetto fosse dovuto più alla mia preoccupazione.

Quindi il mio consiglio è di fare certe cose solo se poi sei sicuro di non preoccuparti subito dopo, altrimenti potresti avere problemi... giusto l' altra sera ne parlavo con dei miei amic, che mi spiegavano come se si fuma mentre si sta bene di testa, la sensazione è aumentata e si sta ancora meglio, ma se lo si fa quando non si è sereni, anche le sensazioni negativa vengono aumentate...e da lì appunto le tachicardie e l' arrivo dell' ansia e delle paranoie. Quindi come dice Merlino, se sei suscettibile all' ansia evita di fumare...

 
PM Email Web  Top
view post Posted on 2/11/2009, 22:03 Quote
Avatar

Meno internet e più Cabernet

Group:
Member
Posts:
9,618
Location:
Le terre nebbiose (pv)

Status:


CITAZIONE
Volevo sapere se tra l'antidepressivo e la marijuana ci siano delle interazioni.

chiaramente sì

il tuo antidepressivo è, come scrivi, un
CITAZIONE
(antidepressivo ssri)

ovvero un antidepressivo inibitore selettivo della ricaptazione della serotina

sulla serotonina e il THC ci sono trilioni di pubblicazioni,

CITAZIONE
Non so però se per il motivo che soffro d'ansia o per interazioni col farmaco.

entrambi sono assolutamente possibili

CITAZIONE
Volevo inoltre sapere quali siano i rischi di bere sotto questo farmaco...

solitamente l'assunzione di etanolo in concomitanza con gli antidepressivi è assolutamente sconsigliata...

CITAZIONE
lo psicologo da cui sono seguito (e a cui preferisco non rivolgere domande su sostanze)

francamente ignoro la preparazione al riguardo di uno psicologo, sarebbe meglio domandare ad uno psichiatra o ancora meglio ad un farmaco/tossicologo
immagino che non seguirai il mio consiglio, ma -anche anonimamente- prova magari a telefonare al SERT esponendo il problema

CITAZIONE
mi ha detto di non esagerare, ma non ho capito se i pericoli siano reali o semplicemente non fa tanto bene bere, per essere chiari.

in generale l'assunzione di etanolo in concomitanza all'assunzione di farmaci è fortemente sconsigliabile in quanto -tra le altre cose- molto spesso il metabolismo degli stessi è ad opera del fegato
con gli antidepressivi, si va ancora più cauti

sinceramente il dirti "non bere e non fumare" è il consiglio che sono costretto a darti
non ti dico di non farlo in assoluto, però davvero, col cuore, ti consiglio di aspettare di aver terminato la terapia e anche di parlarne con qualcuno, almeno con lo psicologo, stai tranquillo, segreto professionale e può solo che aiutarti..

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
Quindi: vivi come credi e fa ciò che vuoi senza pensare a quello che pensano gli altri.
Charlie Chaplin

Dixerunt:

Baba (qui la causa della prima posizione) :
CITAZIONE
buko,naerior e comy sostenevano che in fondo in fondo un partito neonazista è anche giusto che fosse in camera,perchè i vecchi valori storici è giusto che vengano conservati

Dodo:
CITAZIONE
giuro, dopo ieri sera non bevo più............fino a sabato prossimo

Simo:
CITAZIONE
essendo Dio infinatamente buono non credo che pensi che valga la pena di rovinarsi la vita col proibizionismo cristiano

non ricordo..credo chiaretta:
CITAZIONE
Non osare mai più accusarmi di girare la frittata...CHIARO?!?!!?

Roby (kadrin):
CITAZIONE
e cmq anidra mi fa pensare ad una papera a forma di molecola

Gigi
CITAZIONE
tu mi puoi anche dire per quanto mi riguarda che caga troppo per un "angioma"
altra parola che sento tante volte
e che non so che cazzo significa

CITAZIONE
-parlando di bambini piccoli-
poi inizi a dargli cose più "sostanziose" come la pastina che impara a masticare ma se ingoia senza saperlo fare comunque non si affoga
e quando mastica la pastina inizi a dargli cose sempre più voluminose
finchè non gli infili un'entrecote di 3 metri in bocca con tanto di osso

dixi:
CITAZIONE
è contro la mia deontologia studiare le formule matematiche dal libro di fisica

 
PM Email  Top
Barix3
view post Posted on 3/11/2009, 00:05 Quote




Ho detto lo psicologo per non far un post enorme, però sono stato dallo psichiatra (che tral'altro lavora appuno al Sert) per la prescrizione dello zoloft, e non ho avuto il coraggio (per timidezza personale) di chiedergli interazioni thc+antidepressivi. Per l'alcool mi ha detto di non esagerare, per problemi di sonnolenza e altre piccole-medie magagne.
Rispondendo a merlo ho problemi d'ansia da circa luglio, si sono palesati con attacchi di panico e forti dolori toracici (tanto da sospettari problemi cardiaci), poi è uscita l'ansia generalizzata e l'ipocondria che sto fronteggiando in psicoterapia.
Ho avuto momenti davvero difficili...anche per questo lo psichiatra ha optato per una cura. Nei primi giorni mi ha dato dei brutti effetti collaterali. Ora sto un pò meglio, anche se ci sono ancora parecchi momenti di sconforto, però non mi piace prendere questo farmaco, anche se mi aiuta, per vari problemi ad esso legato, tra cui non poter bere e fumare, detto chiaramente.
Ora si vedrà...il mio psicologo dice che ne uscirò con brillantezza, io ho avuto momenti in cui veramente avevo la paura concreta di non uscirne...
Sebastiano, tu sei in terapia?
Comunque per tornare in topic e scassando ancora un pò comy, nella pratica, che in che cosa può nuocere il binomio thc+antidepressivi?
 
PM  Top
view post Posted on 3/11/2009, 02:28 Quote
Avatar

no fear, no hatred, no mercy, no compromise

Group:
Member
Posts:
4,642
Location:
Pavia

Status:


CITAZIONE (Barix3 @ 3/11/2009, 00:05)
Sebastiano, tu sei in terapia?

la mia situazione è un po' particolare. Ho dovuto lasciare lo psichiatra che mi seguiva da anni perchè la mia famiglia non riusciva a pagarlo. Quindi mi sono rivolto al servizio pubblico e adesso sto facendo una serie di incontri in un centro che si occupa di "disturbi della personalità" (mentre prima il mio psichiatria era più che altro specializzato in psicologia dello sviluppo, del resto quando ho iniziato ero ancora adolescente).
Al termine di questi incontri potranno tracciare un profilo di me e vedranno se sarà il caso di iniziare una terapia, che non si basa solo sui farmaci (che adesso sto prendendo comunque) ma anche sulla vera e propria psicoterapia, fatta in maniera costante e continua (che secondo me è quello di cui più ho bisogno). Non voglio vivere pensando che la mia serenità dipende da un farmaco, quindi vorrei curarmi anche in altro modo.

Soffro di problemi come i tuoi da quando andavo in seconda media. Mi sono passati un sacco di volte, per poi ritornare. Ultimamente neanch' io me la passo benissimo ma sto meglio di un mese fa.
Non posso negare che gli attacchi di panico e l' ansia spesso mi abbiano condizionato tanto, ho anche perso un anno di liceo per merito loro ma non ci piango sopra perchè alla fine per come si sono evolute le cose è stata un esperienza utile.
Con il tempo ho imparato a riconoscere i problemi e le loro manifestazioni, e per certi versi anche a tenerli sotto controllo. La strada però è sempre lunga e non bisogna illudersi che domani mattina sarà passato tutto, ma lavorarci sopra con pazienza.

Sembra banale ma il mio consiglio è di fare il possibile per stare meglio: vai dallo psichiatria, apriti davvero con lui (so che è difficile infatti anche io faccio psesso fatica), prendi le medicine che ti hanno consigliato e prendile senza avere fastidio o vergogna ma sapendo che possono darti un buono aiuto a non farti soffocare dai problemi, e rinuncia anche a bere e fumare perchè con il bere e il fumare non raggiungerai una serenità costante che ti permetterà di stare davvero meglio.

 
PM Email Web  Top
Barix3
view post Posted on 3/11/2009, 13:34 Quote




Grazie Seba.
Come saprai meglio di me purtroppo è appunto qualcosa che ti condiziona tanto nella vita di tutti i giorni. E sono molto altalenante, passo da momenti in cui vedo l'ansia come un opportunità per rimettersi in gioco e guardare dentro di me a momenti in cui, non lo nascondo, ho anche pensato al suicidio...non in maniera seria, ma veramente non sapevo che fare.
Poi per non parlare delle paranoie all'ansia legate, alla paura di impazzire e altre merde su questa falsariga.
Io rinuncio volentieri al bere e al fumare se so che possono aggravare la mia situazione...il bere quest'estate era diventato il mio farmaco, proprio per alleviare l'ansia bevevo tantissimo, solo che alla lunga stavo solo peggio.
Per fortuna il rapporto col mio psicologo è ottimo e gli ho parlato davvero di (quasi) tutto, ora da buon freudiano qual'è sta analizzando molto i problemi famigliari e la mia infanzia...Vedremo..
Purtroppo il vedere tanta gente che non ne esce e non ne è mai uscita non mi aiuta, però cerco di guardare solo dentro me...
 
PM  Top
view post Posted on 3/11/2009, 19:31 Quote
Avatar

no fear, no hatred, no mercy, no compromise

Group:
Member
Posts:
4,642
Location:
Pavia

Status:


CITAZIONE (Barix3 @ 3/11/2009, 13:34)
Grazie Seba.
Come saprai meglio di me purtroppo è appunto qualcosa che ti condiziona tanto nella vita di tutti i giorni. E sono molto altalenante, passo da momenti in cui vedo l'ansia come un opportunità per rimettersi in gioco e guardare dentro di me a momenti in cui, non lo nascondo, ho anche pensato al suicidio...non in maniera seria, ma veramente non sapevo che fare.

Il suicidio per gli ipocondriaci mi è sempre sembrato un controsenso: avere paura della morte e poi togliersi la vita... non quadra.

CITAZIONE (Barix3 @ 3/11/2009, 13:34)
Poi per non parlare delle paranoie all'ansia legate, alla paura di impazzire e altre merde su questa falsariga.

sono disturbi molto tipici, non preoccuparti.

CITAZIONE (Barix3 @ 3/11/2009, 13:34)
Io rinuncio volentieri al bere e al fumare se so che possono aggravare la mia situazione...il bere quest'estate era diventato il mio farmaco, proprio per alleviare l'ansia bevevo tantissimo, solo che alla lunga stavo solo peggio.

io personalmente ho solo bevuto in momenti in cui stavo bene e non avevo ansia, quindi non saprei... forse solo una volta non ero molto sereno e mi sono venute un po' di paranoie, ma non l' ho mai visto che un buon antidepressivo

CITAZIONE (Barix3 @ 3/11/2009, 13:34)
Purtroppo il vedere tanta gente che non ne esce e non ne è mai uscita non mi aiuta, però cerco di guardare solo dentro me...

quanti anni hai?
ti posso tranquillizzare dicendo che questi problemi se arrivano da giovani poi è più facile che con l' età adultà passino.

 
PM Email Web  Top
Barix3
view post Posted on 3/11/2009, 23:42 Quote




La mia ipocondria (che così non è, ha un altro nome nel mio caso) è dovuto dalla paura di vivere e di dover svolgere dei cambiamenti, come abbiamo individuato in psicoterapia, e "contemplavo" il suicidio come via di fuga dall'oppressione dei doveri e delle aspettative. questo però è un'altro lungo discorso...
Ho 16 anni e vado per i 17, e razionalmente so che ne posso uscire, magari anche con brillantezza...ma è infatti appunto una paura la mia di non riuscire a spantanarmi da questa situazione. Oggi abbiamo avuto una seduta decisamente cruciale in analisi, ed è buono.
Scusatemi questo off topic. Tanto so che il bazar e abbastanza permissivo in ciò ;)
 
PM  Top
view post Posted on 4/11/2009, 00:05 Quote
Avatar

Meno internet e più Cabernet

Group:
Member
Posts:
9,618
Location:
Le terre nebbiose (pv)

Status:


perdona il ritardo nella risposta, vedo solo ora

CITAZIONE
Comunque per tornare in topic e scassando ancora un pò comy, nella pratica, che in che cosa può nuocere il binomio thc+antidepressivi?

intendevi dire in che dose?
sinceramente non ne ho idea

ma anche il discorso delle interazioni è tremendamente complesso..
io ho iniziato a studiare tossicologia da poco più di due anni, le interazioni sono un capitolo molto ampio (le sostanze che ci sono in giro son già tante, le interazioni sono quindi POTENZE -matematiche- di tutte queste, certo alcune sono più studiate, e sicuramente gli antidepressivi sono tra queste) e io sinceramente non me la sento di darti una risposta, e ho già sperimentato che cercare della letteratura sulle interazioni sia una cosa fottutamente complessa

ti posso rincuorare dicendoti che SICURAMENTE chi si occupa di tossicomanie possa darti una risposta molto più certa di quanto non possa fare io conoscendo solo come agiscono, indipendenti, cannabis e antidepressivi..posso anche avere un'idea, ma francamente tu me la chiedi sulla tua pelle, ed io non mi prendo questa responsabilità, davvero sento di non averne le competenze..

ti consiglio solo, fino a quando non ne avrai parlato con qualcuno (ribadisco: psichiatra e/o farmaco-tossicologo, quindi gente con una solida base farmacologica alle spalle) di evitare la concomitante assunzione delle due sostanze.

e un caloroso in bocca al lupo
sei giovane e ti auguro davvero che tu possa cavartela al meglio

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
Quindi: vivi come credi e fa ciò che vuoi senza pensare a quello che pensano gli altri.
Charlie Chaplin

Dixerunt:

Baba (qui la causa della prima posizione) :
CITAZIONE
buko,naerior e comy sostenevano che in fondo in fondo un partito neonazista è anche giusto che fosse in camera,perchè i vecchi valori storici è giusto che vengano conservati

Dodo:
CITAZIONE
giuro, dopo ieri sera non bevo più............fino a sabato prossimo

Simo:
CITAZIONE
essendo Dio infinatamente buono non credo che pensi che valga la pena di rovinarsi la vita col proibizionismo cristiano

non ricordo..credo chiaretta:
CITAZIONE
Non osare mai più accusarmi di girare la frittata...CHIARO?!?!!?

Roby (kadrin):
CITAZIONE
e cmq anidra mi fa pensare ad una papera a forma di molecola

Gigi
CITAZIONE
tu mi puoi anche dire per quanto mi riguarda che caga troppo per un "angioma"
altra parola che sento tante volte
e che non so che cazzo significa

CITAZIONE
-parlando di bambini piccoli-
poi inizi a dargli cose più "sostanziose" come la pastina che impara a masticare ma se ingoia senza saperlo fare comunque non si affoga
e quando mastica la pastina inizi a dargli cose sempre più voluminose
finchè non gli infili un'entrecote di 3 metri in bocca con tanto di osso

dixi:
CITAZIONE
è contro la mia deontologia studiare le formule matematiche dal libro di fisica

 
PM Email  Top
Barix3
view post Posted on 4/11/2009, 00:44 Quote




Grazie comy per la risposta scientifica, anche se non esaudiente ;)
Cercherò di parlarne allo psichiatra che mi ha prescritto la cura, che incontrerò tra un paio di settimane. Sono tranquillamente in grado di farne a meno...diciamo che è un occupazione ludica ed estremamente piacevole in cui mi diletto nei momenti di relax :P
A parte gli scherzi sono in grado di capire che non è questo il momento di fare lo scemo, in quanto ci tengo a star bene.
Se vuoi espormi la tua idea, anche per un solo mio interesse personale, sarò felice di accoglierla...e di non agire in base a quello che mi dici, quindi nessuna responsabilità! :)
 
PM  Top
view post Posted on 4/11/2009, 22:12 Quote
Avatar

Meno internet e più Cabernet

Group:
Member
Posts:
9,618
Location:
Le terre nebbiose (pv)

Status:


CITAZIONE
Se vuoi espormi la tua idea, anche per un solo mio interesse personale, sarò felice di accoglierla...e di non agire in base a quello che mi dici, quindi nessuna responsabilità! :)

il tuo antidepressivo fa in modo che la serotonina non venga ricaptata
il thc porta a un aumento della serotonina
anche l'alcol interferisce col metabolismo della serotonina

la cosa non può essere incontrollata, perchè TROPPA serotonina fa davvero male, fino alla sindrome serotoninergica
ignoro (appunto non conoscendo le interazioni tra thc e sertralina) quanto una canna possa fare, ma io non mi metterei proprio a "mettere troppa carne al fuoco"..
in questo momento la "tua" serotonina sta giocando con la sertralina, se la fai giocare contemporaneamente con altro hai molte possibilità in più di combinare qualche casino..

in farmacologia e in tossicologia 1 + 1 può fare 0, 1, 2, 3
usando etanolo e antidepressivi, ad esempio, 1 + 1 fa molto spesso 3 e questo può portare anche alla morte

questa era la mia idea iniziale..

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei.
Quindi: vivi come credi e fa ciò che vuoi senza pensare a quello che pensano gli altri.
Charlie Chaplin

Dixerunt:

Baba (qui la causa della prima posizione) :
CITAZIONE
buko,naerior e comy sostenevano che in fondo in fondo un partito neonazista è anche giusto che fosse in camera,perchè i vecchi valori storici è giusto che vengano conservati

Dodo:
CITAZIONE
giuro, dopo ieri sera non bevo più............fino a sabato prossimo

Simo:
CITAZIONE
essendo Dio infinatamente buono non credo che pensi che valga la pena di rovinarsi la vita col proibizionismo cristiano

non ricordo..credo chiaretta:
CITAZIONE
Non osare mai più accusarmi di girare la frittata...CHIARO?!?!!?

Roby (kadrin):
CITAZIONE
e cmq anidra mi fa pensare ad una papera a forma di molecola

Gigi
CITAZIONE
tu mi puoi anche dire per quanto mi riguarda che caga troppo per un "angioma"
altra parola che sento tante volte
e che non so che cazzo significa

CITAZIONE
-parlando di bambini piccoli-
poi inizi a dargli cose più "sostanziose" come la pastina che impara a masticare ma se ingoia senza saperlo fare comunque non si affoga
e quando mastica la pastina inizi a dargli cose sempre più voluminose
finchè non gli infili un'entrecote di 3 metri in bocca con tanto di osso

dixi:
CITAZIONE
è contro la mia deontologia studiare le formule matematiche dal libro di fisica

 
PM Email  Top
view post Posted on 5/11/2009, 03:44 Quote
Avatar

no fear, no hatred, no mercy, no compromise

Group:
Member
Posts:
4,642
Location:
Pavia

Status:


CITAZIONE (Barix3 @ 3/11/2009, 23:42)
La mia ipocondria (che così non è, ha un altro nome nel mio caso) è dovuto dalla paura di vivere e di dover svolgere dei cambiamenti

sì, è molto diverso dall' ipocondria.

Già è buono aver individuato bene il problema. Io ad esempio sono ipocondriaco, ho paura delle malattie e della morte, ma sono tutti stati che riflettono altri problemi più complessi (forse in fondo anche io ho paura dei cambiamenti).

Non pensare mai più al suicidio che è la più grande cazzata che si possa fare ;)


CITAZIONE (Barix3 @ 3/11/2009, 23:42)
Ho 16 anni e vado per i 17, e razionalmente so che ne posso uscire, magari anche con brillantezza...ma è infatti appunto una paura la mia di non riuscire a spantanarmi da questa situazione. Oggi abbiamo avuto una seduta decisamente cruciale in analisi, ed è buono.

non ti scoraggiare, sarò onesto, per queste cose potrebbe volerci molto tempo. Ma se già hai chiaro tutto e stai affrontanto la terapia vuol dire che hai agito con tempestività (cosa che io da piccolo non feci, ad esempio) e mi sembra che sei già ad un buon punto ed abbastanza fiducioso.

 
PM Email Web  Top
Barix3
view post Posted on 5/11/2009, 08:08 Quote




Ovvio non ho chiaro tutto, anzi...però sto pian piano facendo luce su molte cose che magari ritenevo superflue sul mio malessere, e ne sto scoprendo di nuove influenti...c'è n'è tanto da lavorare...cavoli...speriamo bene, io come tutti i ragazzi probabilmente, ho fretta di star bene, e so che è sbagliato...ma si è tutto materializzato così in fretta che desidero solo levarmi da questa situazione il prima possibile ;)
 
PM  Top
14 replies since 2/11/2009, 19:53
 
Reply